Unità Formative

UU.FF. ATTIVATE DALLA SCUOLA POLO

La scuola polo per la formazione, in coordinamento con l’USR per la Toscana, gestisce le iniziative di formazione previste dall’Amministrazione scolastica con particolare riferimento alle seguenti priorità nazionali:

  1. educazione civica con particolare riguardo alla conoscenza della Costituzione e alla cultura della sostenibilità (Legge 92/2019);
  2. discipline scientifico-tecnologiche (STEM);
  3. nuova organizzazione didattica dell’istruzione professionale (D.I. 92/2018);
  4. modalità e procedure della valutazione formativa e sistema degli Esami di Stato (D.lgs. 62/2017);
  5. realizzazione del sistema educativo integrato dalla nascita fino ai 6 anni (D.lgs. 65/2017);
  6. linee guida per i percorsi per le competenze trasversali e di orientamento (D.M.774/2019)
  7. contrasto alla dispersione e all’insuccesso formativo;
  8. obblighi in materia di sicurezza e adempimenti della Pubblica Amministrazione (privacy, trasparenza, ecc.).

Ulteriori due punti sono gestiti dalla scuola Polo provinciale per l’Inclusione (l’IPSAR “G. Matteotti” di Pisa) e la Scuola Polo per la formazione PNSD (l’I.T.I.S. “G. Marconi” di Pontedera):

  1. l’inclusione degli alunni con Bes, DSA e disabilità (D. Lgs. 66/2017 e 96/2019);
  2. il Piano nazionale Scuola Digitale, con particolare riferimento alla cittadinanza digitale.

Le seguenti azioni formative, predisposte in accordo con i Dirigenti scolatici della Rete e con l’USR, saranno rivolte a gruppi delimitati di insegnanti individuati come figure di facilitatori della formazione (tutor, coordinatori, referenti); assumeranno un carattere di sistema per agevolare una più capillare azione formativa all’interno delle scuole.

PRIORITÀUNITÀ FORMATIVATARGETDESCRIZIONE
APERCORSI DI CITTADINANZA ATTIVA E GLOBALETUTTISi forniranno metodologie nella disamina delle tematiche di “Cittadinanza e Costituzione” secondo orientamenti didattici disciplinari e trasversali, in un’ottica di scuola come luogo di scoperta della Costituzione e di esercizio della democrazia. I percorsi di cittadinanza attiva e di educazione alla sostenibilità globale saranno costruiti partendo dall’analisi della Carta Costituzionale e dell’Agenda 2030 per lo sviluppo sostenibile.
ALA CITTADINANZA E LA COSTITUZIONE ATTRAVERSO GLI ORDINI DI SCUOLETRE UNITÀ FOMATIVE DISTINTE

INFANZIA – PRIMARIA

I GRADO

II GRADO
Attraverso percorsi mirati ai diversi ordini di scuola si daranno spunti per progettare percorsi per comprendere meglio l’importanza delle regole e delle organizzazioni sociali più prossime ai discenti: la famiglia, la scuola e l’ambiente. Saranno considerati i vissuti ispirati al rispetto, alla collaborazione, alla condivisione di regole e responsabilità privilegiando esperienze operative, ma anche attraverso l’analisi della Carta Costituzionale e dell’Agenda 2030 per lo sviluppo sostenibile. L’obiettivo è condurre gli alunni alla scoperta degli indispensabili concetti della convivenza democratica (parità, diversità, cooperazione, pace, sviluppo umano) perché divengano costruttori del senso di legalità, cittadini consapevoli dei propri diritti/doveri.
ABULLISMO E CYBERBULLISMOTUTTISi forniranno conoscenze e strumenti relativi ai fenomeni dei bullismi e dei cyberbullismi attraverso una indagine che spazi dai testi letterari a quelli pedagogici, dalla cultura delle neuroimaging agli studi psicologici, dalla sociologia all’ antropologia. Infatti i bullismi sono fenomeni innanzitutto sociali che vanno affrontati con strumenti interdisciplinari. Inoltre il corso fornirà metodologie didattiche specifiche, schede di rischio, bibliografie, sitografie e filmografie e strumenti linguistici per il rapporto co-educativo con le famiglie. 
CPROGETTARE E VALUTARE UN CURRICOLO PER UDA INTERDISCIPLINARI NEI NUOVI PROFESSIONALIPROFESSIONALILa recente riforma dell’Istruzione professionale, introdotta dal D.Lgs. 61/2017, ha avuto compimento normativo con il regolamento attuativo di cui al D.I. 92/2018 e infine con le Linee Guida di cui al DM 766 del 23 agosto 2019. La nuova organizzazione didattica prevede una progettazione per unità di apprendimento interdisciplinari e la personalizzazione della didattica attraverso i PFI (Progetti Formativi Individuali), predisposti dalla nuova figura del tutor. L’intervento formativo si propone di fornire strumenti per la progettazione delle UDA, la redazione dei PFI, la personalizzazione della didattica e la valutazione per competenze.
DLA VALUTAZIONE DEI PROCESSI DI APPRENDIMENTOPRIMARIA, I E II GRADOConfronto tra i dati quantitativi delle misurazioni e quelli qualitativi delle descrizioni con i traguardi prefissati.
DLA VALUTAZIONE FORMATIVA: VALUTARE PER COMPETENZEDUE UNITÀ FOMATIVE DISTINTE

PRIMARIA

I e II GRADO
L’apprendimento per competenze sposta l’attenzione sul risultato da raggiungere, da misurare attraverso prestazioni osservabili e valutabili. L’accertamento delle prestazioni e la loro misurazione in modo aggregato permette di riconoscere il possesso di una competenza e quindi di valutarla. Si individuerà il legame tra la competenza e la prestazione rilevata attraverso l’osservazione dello studente “alla prova” o il prodotto “autentico” del suo lavoro. 
EMODELLI PEDAGOGICIINFANZIAIl modulo formativo mira a: approfondire e attualizzare, sulla base delle nuovi studi e ricerche, le conoscenze e competenze delle insegnanti sui modelli pedagogici che sostengono la loro azione didattica, a partire dalla rilettura delle indicazioni nazionali e dell’idea di bambino che propongono; fornire strumenti per una progettualità didattica consapevole, aperta e condivisa che tenga conto dei bisogni dei bambini e delle famiglie e che valorizzi e sviluppi la professionalità delle insegnanti; sviluppare conoscenze e linguaggio comune tra insegnanti dei diversi istituti così da promuovere la nascita di una comunità professionale territoriale
EEDUCARE ALL’ARIA APERTAINFANZIALe azioni formative hanno come finalità: approfondire il tema dell’educazione all’aria aperta e degli stili di vita dei bambini; ripensare alcune pratiche educative; attivare e coinvolgere le famiglie.
EOSSERVAZIONE IN AMBITO EDUCATIVOINFANZIAIl modulo formativo  mira a trasferire ai partecipanti competenze relative all’osservazione delle diverse fasi di sviluppo del bambino ed alla valutazione delle competenze
GORIENTAMENTO SCOLASTICO COME AZIONE FORMATIVA PER LA LOTTA ALLA DISPERSIONEI E II GRADOLe azioni formative hanno come finalità di approfondire il tema dell’orientamento scolastico come strumento per la lotta alla dispersione, attraverso esemplificazioni pratiche. 
GDIDATTICA PER LA VALORIZZAZIONE DEI TALENTI (GIFTED CHILDREN)TUTTILa formazione svilupperà i seguenti temi: 1.Acquisire metodologie e tecniche per valorizzare i bambini gifted (plusdotati). 2.Conoscere le problematiche socio-emotive e relazionali degli alunni gifted. 3.Usare le tecnologie digitali nei percorsi di personalizzazione. 4.Mettere in atto una corretta comunicazione con le famiglie degli alunni gifted.
GMETODOLOGIE DIDATTICHE INNOVATIVETUTTIPanoramica delle metodologie proposte da Avanguardie educative, con particolare riferimento alla flipped classroom e alla didattica laboratoriale attraverso l’utilizzo delle nuove tecnologie
GDIDATTICA AULE LABORATORIALITUTTIPrevede la progettazione di aule laboratorio in funzione delle discipline che vi si insegneranno, riprogettando  e allestendo  un setting funzionale alle specificità delle stesse. Il docente si forma su: progettazione di un ambiente funzionale alle attività programmate e individuazione delle attrezzature di cui dotarsi; esempi di didattica attiva di tipo laboratoriale.
HADEMPIMENTI DELLA PUBBLICA AMMINISTRAZIONE: LEGITTIMITÀ ATTI POSTI IN ESSERE DAI DOCENTI E RESPONSABILITÀTUTTIIl corso affronterà: 1. la verbalizzazione (organi collegiali, incontri, gruppi di lavoro); 2. rapporti scuola/famiglia; 3. responsabilità docenti; 4. procedure in caso di infortunio, in caso di richiesta di informazioni, di accesso agli atti, in ipotesi di atti compiuti dagli alunni configurabili come reati e/o aventi rilevanza disciplinare; 5. le responsabilità civili e penali nell’utilizzo di internet del minore, del genitore e della scuola con particolare attenzione al cyberbullismo.
HFIGURE DI SISTEMA NELLA SCUOLATUTTIL’U.F. mira alla formazione delle figure professionali di sistema, individuate per gestire attività di supporto organizzativo, didattico, di progettazione e coordinamento dell’istituzione scolastica,.